Panorama del paese Palazzo MARINI Vettore e valle del Tronto Chiesa S.S.Addolorata Chiesa S,Franceso Panorama da Viale delle Rimenbranze Via Salvator Tommasi Campanile della Chiesa S.S.Addolorata Veduta da Capolaterra

Associazione Pro Loco Accumoli (RI)

Poesia per Accumoli

Mura antiche
spesse e fortificate
mura di silenzi
lunghi come secoli
che scorrono ignari
sulla pietra corrosa.
L’arenaria
padrona indiscussa
di ogni palazzo
regala alla terra la sabbia del suo passato.

SPONSOR 2010

- Chi ci ha aiutati....Informazioni...

News 2011

- CONCORSO DI IDEE ...Informazioni...

- CONCORSO DI IDEE ... Scarica Definizione

- CONCORSO DI IDEE ... Scarica Domanda

Eventi del 2010

Pasteggiata Accumoli-Capodacqua Scarica il pdf

Fiera di S.Martino 14 Novembre

Sagra Fettuccelle alla Trota 14 Agosto 2010

Festa Patronale 2010

Agostino Cappello

..........

Pietro Ferradini

Prefazione

In gioventù mi chiedevo spesso chi fosse Agostino Cappello, che era l’autore della storia del mio paese, Accumoli. Non c’erano libri che parlavano di lui, né statua che lo ricordasse. Sapevo solo che aveva scritto la storia del paese e che i pochi libri esistenti erano gelosamente custoditi. La curiosità mi ha spinto, nel corso dei miei anni, a fare delle ricerche ed acquisire molta documentazione ed ho scoperto che è stato un uomo insigne della prima metà dell’ottocento, grande medico e scienziato. Studioso delle malattie contagiose, fu un precursore nel far conoscere le cause della rabbia e nel fare un lavoro completo sul colera, lavori che ebbero consensi generali nel mondo medico. Fu anche precursore nell’indicare l’attuale percorso del fiume Aniene a Tivoli, traforando il monte, così come oggi lo vediamo, come fu un precursore nel parlare di igiene pubblica e personale in un mondo dove l’ignoranza, l’analfabetismo, la superstizione, rappresentavano le condizioni di vita quotidiana della gente. Non solo medicina ma anche storia, filosofia, geologia, letteratura erano i suoi interessi. Infine ha voluto scrivere le sue “Memorie istoriche di Agostino Cappello dal 1 maggio 1810 a tutto l’anno 1847”, dove racconta la sua avventura umana. E’ un libro di oltre 600 pagine, la cui documentazione ci offre lo spaccato di un’epoca con le sue ambiguità e ci fa conoscere gli intrighi di cui è stato oggetto. E da questo libro ho estrapolato gli aspetti più interessanti e notevoli della sua vita perché si abbia di Agostino Cappello un quadro esauriente della sua vasta attività. E’ il mio contributo per il paese natio in occasione dell’anniversario per gli 800 anni della sua fondazione. Mi auguro che questo modesto lavoro rappresenti un punto di partenza, soprattutto per i giovani, per conoscere la storia e la cultura della nostra terra e conservarne la memoria, così come ci ha insegnato Agostino Cappello.

Pietro Ferradini

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2006 PGM SHSE