Panorama del paese Palazzo MARINI Vettore e valle del Tronto Chiesa S.S.Addolorata Chiesa S,Franceso Panorama da Viale delle Rimenbranze Via Salvator Tommasi Campanile della Chiesa S.S.Addolorata Veduta da Capolaterra

Associazione Pro Loco Accumoli (RI)

Poesia per Accumoli

Mura antiche
spesse e fortificate
mura di silenzi
lunghi come secoli
che scorrono ignari
sulla pietra corrosa.
L’arenaria
padrona indiscussa
di ogni palazzo
regala alla terra la sabbia del suo passato.

SPONSOR 2010

- Chi ci ha aiutati....Informazioni...

News 2011

- CONCORSO DI IDEE ...Informazioni...

- CONCORSO DI IDEE ... Scarica Definizione

- CONCORSO DI IDEE ... Scarica Domanda

Eventi del 2010

Pasteggiata Accumoli-Capodacqua Scarica il pdf

Fiera di S.Martino 14 Novembre

Sagra Fettuccelle alla Trota 14 Agosto 2010

Festa Patronale 2010

Agostino Cappello

..........

Pietro Ferradini

Viaggi in Abruzzo nel 1820

Altra interessante testimonianza si trova in una lettera dell’intendente della provincia dell’Aquila Federico Guarini che descrive i lavori che si stanno effettuando ed è lo spaccato di un mondo che sta cambiando: “ mio gentilissimo D. Agostino, ….nel momento che vi restituisco lo scritto, debbo consolarmi del vero patriottismo che nutrite per la vostra patria. Se in ogni comune potessi avere una dozzina d’uomini come voi, farei sicuramente cambiare d’aspetto alla provincia in pochi mesi. Se però in due anni ho fatto qualche cosa, tutto dovuto allo zelo de’ veri abruzzesi che mi hanno assistito. Ma poiché debbo darvi delle notizie precise, permettetemi che io faccia l’elenco in breve di ciò che si è fatto. Incominciamo sul teatro. La nuova sala olimpica porterà una rivoluzione sul gusto teatrale. I moderni teatri sono fatti più per dar comodo al mal costume che per migliorarlo. Palchi chiusi ed oscuri, circostanza che avvezza tutti a stare in mezzo ad una gran società mal vestiti ed indecentemente e non avvezza l’uomo a godere di trovarsi in mezzo ai suoi simili e di vederli tutti e conoscere l’uomo educato da quello che ne è privo. Platea d’uno stesso livello per cui chi sta addietro non ha la vista libera per godere dello spettacolo, la musica che occupa il miglior posto nel teatro, i lumi che offendono tanto chi recita, quanto chi gode dello spettacolo…” Avete parlato della macchina di Christian.(macchina francese utilizzata per lavorare il lino) Ignoravate forse che l’Aquila è stata la prima a provedersene e che il lino è stato di già filato. Ed io nel prossimo mese di aprile darò al pubblico varie pezze di Fiandra fatte con questo lino che quelle di Olanda debbano cedere il primato. Voi sapete che in Aquila l’arte di filare il lino si conosce alla perfezione. La strada di cinque miglia è ultimata e si sono piantati 2000 alberi di ogni specie che prosperano a meraviglia. Ad ogni cinquanta palmi vi sono delle colonne che mostrano al passeggiero la strada…….. Vado sul momento a metter mano alla strada di Città Ducale, essendo già venuta l’approvazione sovrana. A marzo si metterà mano a quella di Montereale …… Ho messo una fabrica di telari ai due conservatorj dell’Aquila denominati la Misericordia e l’Annunziata e di già i dobletti, i trapunti, le fiandre si veggono forse in una città che non ne conosceva la costruzione. Una fabbrica di fazzolettini per donne pure si è messa in questi conservatorj…….queste fabbriche vanno a situarsi in Solmona ancora. Colà si aprirà il grande orfanotrofio nell’abbadia di S.Spirito al Morone. I vecchi troveranno un asilo, i discoli un’educazione, i ragazzi apprenderanno ogni sorta di arti e scienze……. L’asciugamento del lago Fucino andrà a farsi e quantunque contrariato a tutta possa, spero di portare a fine un’opera da molti progettata, intrapresa e tralasciata. …… Se mi domandate quali vantaggi ha prodotto tutto ciò, vi dico solo che allorchè venni in Aquila si pagava da Napoli a questa città per trasporto dei generi, carlini 45 il cantajo; una carrozza importava di nolo ducati 70 in 80. Ora il trasporto è di carlini 20 in 23; una carrozza si paga 24 in 30 ducati. Il corriere che veniva da Popoli in Aquila a cavallo, ora viene in legno, ed un viaggiatore con 15 ducati parte dall’Aquila e si trova in 36 ore nella capitale……. Io sono stato un poco troppo l.ungo, ma chi non può essere prolisso, quando ha un cuore che sente l’amor di patria sino alle midolla, e si trattiene con un uomo preso dalla stessa malattia. Credetemi intanto verace estimatore dei vostri meriti e siate intimamente persuaso che io vado superbo di poter annoverare tra le famiglie de’ miei amministrati, quella di Agostino Cappello.”

About Us | Site Map | Privacy Policy | Contact Us | ©2006 PGM SHSE